Tutti pazzi per Halloween

Alla fine anche in Europa Halloween ha conquistato tutti!

Molti sono gli storici che dedicano parte del loro tempo nella ricerca delle origini di questa festa. Alcuni di essi hanno trovato delle analogie alla festa romana dedicata a Pomona, dea dei frutti e dei semi, altri invece sono risaliti alla festa dei morti chiamata Parentalia, ma lo storico Nicholas Rogers dopo attente ricerca e studi effettuati, è risalito a dei fatti storici che collegano Halloween alla festa celtica di Samhain. Come per la maggior parte delle ricorrenze, anche in questo caso la chiesa  cattolica, con il  papa  papa Gregorio IV, ne ha approfittato per istituire la festa di Ognissanti, cercando come sempre di appropriarsene per dare continuità al passato, sovrapponendo la nuova festa a quella da lui istituita.
Naturalmente vi starete chiedendo: bello sapere le origini, ma il Nome? Da dove deriva?
Dovete sapere che, l’origine della parola Halloween trova le sue radici attraverso una variante di un nome scozzese All Hallows’ Eve che tradotto significa “Notte di tutti gli spiriti sacri”, in parole povere, la vigilia di Ognissanti. Ma come per la storia ognuno ha da dire la sua, ed è molto probabile che non arriveremo mai ad una verità, ed è forse plausibile che realmente una verità non ci sia. Fatto sta, che anche in italia da qualche anno a questa parte questa festività è fonte di ispirazione e aggregazione, motivando le persone a creare contesti, a volte dando un tema ad un intero paese con un entusiasmo sempre crescente. Una dei paesi più famosi per i suoi allestimenti in pieno tema horror è Borgo a Mozzano, piccolo paese della Garfagnana che parte un po in vantaggio rispetto alla concorrenza, poiché in una ha delle sue vallate c’è il famoso ponte del diavolo. Questo ponte infatti vanta dalla sua un’infinità di marcare storie e leggende. Dopo queste considerazioni storiche, delicatamente sottratte al mondo enciclopedico di Wikipedia, passiamo alla parte che ci interessa veramente, il cibo! In questo giorno  sulle nostre tavole finiranno moltissimi piatti che hanno una ricetta riconducibile a questo tema, e molto probabilmente la zucca sarà presa d’assalto nei supermercati poiché sarà l’ingrediente principale di risotti, vellutate o secondi di carne delicatamente accompagnati con pure a base di questo ortaggio. Il nostro chef vi a preparato qualche consiglio per rendere le vostre portate un po’ diverse dal solito.
  • Sformatino di zucca su crema di pecorino Toscano
  • Risotto mantecato con crema di zucca e formaggio soffiato
  • Filetto di maiale in crosta di pane con cipolle caramellate e zucca candita
  • Tortino al cioccolato con ricotta del mugello condita e marmellata di zucca e peperoncino
Bene anche per oggi siamo arrivati al dunque, per questa volta  il mio intento, era quello di trasmettervi qualche nozione storica e di lasciarvi con la voglia di provare a prendersi il tempo di  cucinare qualcosa di diverso.Un saluto a tutti ci sentiamo alla prossima.