I colori della salute

Toscana Fair Ristorante Agrituristico La salute vien mangiando Stefania Capecchi

Frutta e verdura: ogni colore ha il suo beneficio

I colori della frutta e della verdura, oltre ad abbellire la nostra tavola, apportano sostanze benefiche per il nostro organismo: più sono colorati, più sono ricchi di sostanze utili per la nostra salute!

I prodotti ortofrutticoli, infatti, sono un’ottima fonte non solo di zuccheri, vitamine, Sali minerali e fibre ma, anche di fotocomposti, sostanze colorate che agiscono da antiossidanti (difendono dai radicali liberi) oppure regolatori della proliferazione cellulare (antitumorali) e della risposta immunitaria.

Tuttavia, perché questi composti vegetali possano espletare la loro funzione protettiva nei confronti dell’organismo, bisogna assicurare all’organismo un sufficiente apporto giornaliero di frutta e verdura. La dose minima quotidiana che ridurrebbe il rischio di sviluppare malattie è stabilita in cinque porzioni di frutta e di verdura di colori diversi.

Toscana Fair Ristorante AgrituristicoInfatti, i vegetali possono essere suddivisi in 5 gruppi in base al colore: in ogni classe ci sono dei fotocomposti specifici, portatori di sostanze protettive e responsabili del colore del vegetale:

BLU/VIOLA: (melanzane, frutti di bosco, uva nera, fichi, radicchio) contengono antociani e polifenoli, sostanze antiossidanti che riducono il rischio di malattie cardiovascolari, mantengono in salute il tratto urinario e migliorano la memoria;

VERDE: (insalata, prezzemolo, basilico, asparagi, broccoli, spinaci, zucchine) contengono clorofilla, magnesio, carotenoidi, luteina, polifenoli, tutte sostanze fondamentali per la buona salute dei vasi sanguigni e della vista;

BIANCO: (cavolfiore, cipolle, aglio, finocchi, mele, pere) contengono, oltre a polifenoli, sostanze solforate, antiossidanti e utili per la buona salute del nostro cuore;

GIALLO-ARANCIONE: (arance, pesche, albicocche, melone, carote, zucca) contengono flavonoidi e carotenoidi, che rafforzano le difese immunitarie;

ROSSO: (pomodoro, ravanelli, peperoni, anguria, ciliegie, fragole) contengono licopene e antocianine che proteggono le cellule dai radicali liberi. È stata dimostrata un’attività preventiva del tumore della prostata da parte del licopene.

E’ necessario utilizzare esclusivamente verdure e frutta di stagione perché più ricche di sostanze salutari!

Per quanto riguarda la cottura delle verdure, fresche e possibilmente da agricoltura biologica, va preferita quella a vapore.. se si preferisce la cottura in acqua, usare poca acqua da reimpiegare possibilmente nella preparazione di minestre e ridurre al minimo il tempo di cottura.

Un bel piatto di verdure crude o cotte, condite con olio extra vergine di oliva, e di frutta rappresenta una vera e propria arma nei confronti di malattie come quelle circolatorie, ipertensione, tumori, malattie degenerative e obesità.

Dott.ssa Stefania Capecchi

Stefania Capecchi